Lucchesia – Dove si trova e cosa comprende

La Lucchesia è una zona storica della Toscana, non ha significati politici, economici o geografici, ma rispecchia una zona accomunata da storia, cultura e dialetto.

L’area corrispondente alla Lucchesia è poco più estesa della Piana di Lucca, comprende infatti anche le colline e le montagne circostanti. Nello specifico la Lucchesia comprende completamente i comuni di Lucca, Capannori, Porcari e Villa Basilica e solo parzialmente quelli di Pescaglia, Massarosa, Camaiore, Altopascio e Pescia.

La storia di questa zona risale al VII secolo a.C, dove si sono visti i primi insediamenti sul fiume da parte degli etruschi, nell’area montana, a seguire si sono visti insediamenti dei Liguri Apuani, popoli che si sono stabiliti qui date le condizioni ambientali favorevoli. L’area è modellata dal passaggio del fiume Serchio (chiamato Auser in passato) che rendeva le terre fertili e quindi rendeva appetibile l’insediamento.

Quello che oggi rimane di questi tempi passati è la storia, ma più concretamente si parla di veri e propri reperti di tutte le popolazioni che hanno vissuto l’area, con particolare concentrazione di reperti dell’epoca medievale.

La bellezza di questa zona deriva dal suo patrimonio geografico e culturale, è possibile trovare meravigliose distese pianeggianti disseminate di antichissime ville e reperti storici da esplorare, conoscere e visitare.

Cosa vedere nella zona della Lucchesia

In questa zona ci sono molte attrazioni di carattere storico e naturalistico, eccone alcune:

• Il parco fluviale
Un meraviglio tragitto pedonale e ciclabile vi porterà dal ponte di Monte S. Quirico fino al ponte S. Pietro, passando sugli argini risalenti all’ottocento.
In questo percorso è possibile apprezzare la flora locale e gustare un pic-nic in una delle spiaggette che è possibile incontrare. Se si capita in zona durante la bella stagione è anche possibile fare un bagno.

• L’acquedotto storico
La città lascia spazio ai prati e ad un imponente acquedotto storico che tutt’ora porta acqua dai monti alla città.
Grazie a questo acquedotto decine di fontane rimangono attive all’interno delle mura e forniscono della buonissima acqua oligominerale.

• Le colline lucchesi
Meravigliosi giardini vi aspettano in una passeggiata tra queste colline. Sono moltissime le lussuose ville costruite durante cinque secoli a partire dal XIII.
Questa visita vi farà tornare a casa con una sensazione di relax (e un po’ di invidia).

Queste sono solo alcune delle meraviglie che è possibile trovare fuori dalla città, ovviamente senza parlare di tutti I borghi che sicuramente covano un patrimonio enogastronomico immenso.
Impossibile capire di cosa parlo senza visitare questa zona.

...E a Lucca cosa c’è?

Anche Lucca fa parte di questa zona ed è giusto parlare di cosa troviamo da fare all’interno delle mura.
Dentro le mura troviamo una vera e propria città che pulsa e vive di turismo e cultura. Arte musica e spettacolo si spargono per le vie della città lasciando estasiati tutti i fortunati che possono visitarla.
La cosa migliore da fare per gustarsi la città e camminare fino a perdersi, solo così potrete davvero vivere gli scorci di Lucca che solo chi conosce può godersi.

Inutile dire che le mura stesse che contengono la città sono uno spettacolo che non è comune a nessun’altra città italiana.

Finalmente vediamo quali sono i punti di spicco che si devono vedere a Lucca:
• Piazza dell’anfiteatro
Piazza della prima metà dell’ottocento, si dice sia una delle più belle d’Italia, e non si fa fatica a crederci.
• Il Duomo
Impossibile non fare una visita al Duomo, questa struttura imponente vi lascerà a bocca aperta.
• Le due torri rimanenti
A Lucca una volta esistevano 250 torri per la città ora ne rimangono due, quella delle ore e la torre Giunigi, uno spettacolo imperdibile.